×

Cittŕ che legge

logo citta che legge

Per il secondo anno consecutivo Palermo si aggiudica il titolo di “Città che Legge”, assegnato dal Centro per il libro e la lettura d’intesa con l’ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani. Il Comune di Palermo rientra tra le ventisei città d’Italia con oltre centomila abitanti “virtuose in tema di lettura”.

Una città che legge è una città che garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura con biblioteche e librerie, ma anche ospitando festival, rassegne ed opere che mobilitano i lettori ed incuriosiscono i non lettori.

Palermo fa da capofila ad una rete di biblioteche, associazioni e istituzioni unite per la prima volta nel “Patto per la Lettura”. L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva, avvicinando i lettori sia adulti che più giovani al piacere dell’apprendimento e della conoscenza, fruita proprio mediante il libro.

Il Centro per il libro e la lettura (di seguito Cepell), istituto autonomo del Mibact, promuove le attività di promozione della lettura al fine di rendere il libro e la lettura un’abitudine sociale ed aumentare conseguentemente la base dei lettori;

Nel mese di maggio 2017 il Centro per il libro e la lettura del ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha pubblicato l’elenco dei Comuni ammessi alla qualifica di «Città che legge», selezionati sulla base dell’Avviso Pubblico del dicembre 2016, in cui rientra la città di Palermo;

Con deliberazione della Giunta comunale n. 68 del 29 maggio 2018, il Comune di Palermo ha determinato di promuovere il “Patto per la lettura” di Palermo (appro

Da oggi in Biblioteca

banner